Come lavare un cuscino per prolungarne la vita utile e migliorare il tuo riposo

Sai che il tuo cuscino è determinante per riposare bene? Immaginiamo di sì, ma oggi non ci concentreremo su come dovrebbero essere il cuscino o il materasso ideali, cosa di cui già parlano benissimo siti specializzati nei materassi ed in biancheria della casa come https://migliorimaterassi.it/. In questo post ci occuperemo della corretta igiene e del suo mantenimento poiché numerosi studi confermano che in esso si accumula un gran numero di microrganismi che possono nuocere alla nostra salute, soprattutto quelli che soffrono di allergie. Per evitare la proliferazione di batteri e acari, oltre a cambiare regolarmente le federe, è necessario lavarle adeguatamente. Ma sai come e quanto spesso devi lavarli? Non preoccuparti, di seguito ti diamo le soluzioni migliori in ​​modo che tu possa ottenere la massima igiene nei tuoi cuscini senza che vengano danneggiati.

Come lavare un cuscino

Oltre a lavare la fodera e le lenzuola settimanalmente, è importante che lavi il cuscino almeno due volte l’anno. Ma prima di iniziare il processo, è essenziale che tu tenga conto di alcuni aspetti per ottenere un buon risultato:
  • Controlla le istruzioni di lavaggio del produttore: le diverse icone ti indicheranno se può essere lavato e il tipo di pulizia più adatto a seconda della sua composizione.
  • Assicurati che il cuscino non abbia danni o non sia scucito dove l’imbottitura può fuoriuscire durante il lavaggio.
Dovresti sapere che la maggior parte dei cuscini consente il lavaggio, ma a seconda della composizione del loro nucleo (lattice, memory foam, piume o sintetico), la cura e la pulizia saranno diverse. Diamo un’occhiata a ogni tipo di cuscino uno per uno.

Lavare un cuscino in memory foam

Questo tipo dei cuscini non consentono il lavaggio poiché, se si bagnano eccessivamente, il memory foam perde le sue proprietà di adattabilità e il suo effetto memoria. Si consiglia di lavare regolarmente la fodera protettiva. Ma, come sappiamo, è inevitabile che in certe occasioni sia necessaria una pulizia più approfondita. In questo caso, dovrai farlo manualmente. Come farlo:
  1. Preparare un contenitore con acqua calda e sapone neutro.
  2. Inumidisci un panno pulito (dovresti strizzarlo molto bene) e strofina il cuscino con movimenti circolari.

Asciugare accuratamente con un panno pulito

Posiziona il cuscino su una superficie piana all’ombra per facilitare l’asciugatura (meglio se all’aperto). Prima di riutilizzarlo, assicurati che sia completamente asciutto per evitare muffe e cattivi odori.

Lavare un cuscino in lattice

Ad eccezione dei cuscini in lattice ipoallergenici che non devono essere lavati, questi tipi di cuscini possono essere lavati in lavatrice. Tuttavia, nonostante le istruzioni del produttore lo consentano, ti consigliamo di pulirlo manualmente per evitare che il lattice perda prematuramente le sue proprietà. Spieghiamo come eseguire correttamente entrambi i lavaggi. Decidi tu quale è il più adatto a te e al tuo cuscino!

Lavaggio cuscini in piuma e cuscini sintetici

Entrambi possono essere lavati senza problemi in lavatrice e condividono le stesse istruzioni di lavaggio, per ottenere un risultato perfetto. Come farlo:
  1. Usa del liquido detergente per capi delicati: scegli un programma per capi delicati e una temperatura massima di 40 gradi.
  2. Incorpora un paio di palline di lavaggio nel cestello della lavatrice per evitare la perdita di volume. In caso contrario, puoi usare un paio di palline da tennis avvolte in calzini o calze. Scegli una centrifuga delicata.
  3. Sebbene sia possibile l’asciugatura a macchina (in un programma di asciugatura a freddo o a bassa temperatura) si consiglia di eseguirla all’aperto, in orizzontale e all’ombra. Nel caso di cuscini in piuma, si consiglia di rimuovere di tanto in tanto l’imbottitura per evitare che le piume si agglomerino.