Conservare il cibo per farlo durare a lungo: con la macchina per il sottovuoto si può.

Cos’è una macchina per il sottovuoto? Come agisce? Come funziona la tecnica della conservazione sottovuoto? E cosa si può conservare? Sono molte le domande da porsi quando si decide l’acquisto di una macchina per il sottovuoto e apprendere alcuni elementi essenziali per un acquisto sicuro, seguendo ad esempio i consigli dei siti di settore sulla conservazione dei cibi sottovuoto tramite le macchinette apposite, che può essere davvero utile.

Una macchina per il sottovuoto è uno strumento utilizzabile sia in cucina che in altri ambiti, adoperando contenitori differenti quali sacchetti, barattoli, bottiglie di vetro o vaschette.

Sono macchine piuttosto semplici e soprattutto funzionali da usare in ambito domestico, sono molto versatili e dalle dimensioni contenute tanto che sul mercato sono stati immessi moltissimi modelli nel corso degli ultimi anni con un’ottima attenzione da parte del pubblico.

Ma andiamo a vedere come funzionano.

E’ un metodo molto semplice e totalmente meccanico dal momento che è la macchina a compiere tutto il lavoro. Basterà inserire gli alimenti da mettere sottovuoto all’interno degli appositi sacchetti e metterli sotto la macchina; tramite un pulsante si azionerà il procedimento che avvierà il processo di conservazione partendo dall’aspirazione di quasi tutta l’aria dal sacchetto e successivamente sigillando ermeticamente il contenitore e aiutando a tenere i cibi freschi e di ottima qualità anche dopo giorni e giorni.

Un procedimento veloce e sicuro che permetterà di conservare i cibi nel modo migliore lasciandoli anche inalterati nel sapore e odore.

Quanto tempo si possono conservare i cibi? Dipende dalla macchina per il sottovuoto e dal cibo perché ogni alimento ha caratteristiche proprie che ne determinano la durata una volta messo sottovuoto.

I tempi cambiano anche se si mettono sottovuoto i cibi cotti o crudi. In sintesi la carne rossa potrà durare 8 giorni come la pasta fresca mentre la carne bianca il doppio, 15 giorni tanto quanto le torte; pesce e frutti di mare 7 giorni e il pane 6. La verdura resiste sottovuoto 10 giorni e 15 la frutta fresca. I salumi arrivano a 20-30 giorni quanto i formaggi. Tutto l’anno durano invece biscotti, riso, pasta secca e caffè. Ed è consigliabile cuocere i cibi prima di metterli sottovuoto.